Il Ravenna Festival giunge alla sua trentesima edizione

Sabato 26 gennaio è stata presentata la XXX edizione del Ravenna Festival, fiore all’occhiello di Ravenna, città della cultura per eccellenza:

Per l’alto mare aperto 
Trent’anni di Festival
5 giugno – 16 luglio |
Trilogia d’Autunno 1-10 novembre

Ravenna, in quanto crocevia di popoli è una città d’acqua adriatica e mediterranea: ogni anno il festival adotta un tema nuovo che coinvolge popoli, storia e cultura in tutte le loro sfaccettature. Il tema scelto quest’anno è il mare, “quell’alto mare aperto” che unisce e che separa ma che ci lega allo stesso tempo attraverso un filo indissolubile di esperienze comuni e destini che si incrociano.

Non possiamo non parlare di Dante del quale si avvicina il settimo centenario della morte e di Ulisse – che pur tornato a Itaca non poté  vincere l’ardore per l’avventura e la scoperta e si rimise quindi “per l’alto mare aperto” (Inf. XXVI, 100) – fino alla Grecia. Anche Atene costituirà un punto centrale di questa trentesima edizione del Festival: metafora del viaggio di ritorno alle origini della civiltà occidentale, senza dimenticare però l’Oriente a volte nascosto ma sempre molto presente. L’ itinerario della trentesima edizione viaggia sulle rotte mediterranee di quel mare aperto che non può non ricordarci la terribile condizione dell’esilio, tema tragicamente vissuto da Dante, ma che rappresenta purtroppo ancora oggi una devastante attualità.

Siete pronti ad imbarcarvi assieme a noi per una nuova avventurosa navigazione “per l’alto mare aperto” ??

La XXX edizione – che si aprirà con un esclusivo incontro il 5 giugno fra due mostri sacri della musica quali Riccardo Muti e Maurizio Pollini i quali ci regaleranno il concerto inaugurale –  continua il suo viaggio per il Mediterraneo fino a raggiungere Atene sulle Vie dell’Amicizia, come sempre con la guida del Maestro Muti in un simbolico abbraccio di fratellanza e comunione tra i popoli. Ascolteremo anche la Nona Sinfonia di Ludwig Van Beethoven, capolavoro assoluto del grande musicista e di tutta la musica in generale, dichiarata nel 2001 dall’Unesco “memoria del mondo”. Tra i grandi artisti ospiti anche Leōnidas Kavakos, Emmanuelle Krivine e le sorelle Labèque, mentre l’Hamburg Ballett John Neumeier e la Martha Graham Dance Company ci proporranno , assieme al gran gala Les Étoiles, uno strepitoso programma di danza. Saranno presenti anche i leggendari batteristi Stewart Copeland dei Police e Nick Mason dei Pink Floyd. Infine, dal groove West Coast di Ben Harper passeremo alla musica balcanica di Goran Bregovic´.

Tutte le domeniche mattina il viaggio continua negli splendidi scenari delle basiliche ravennati con i Tallis Scholars, per un’esperienza assolutamente unica di sette concerti in un giorno e con i quotidiani Vespri a San Vitale alle ore 19.00. Non poteva mancare inoltre, dopo il fantastico Inferno di due anni fa il Purgatorio di Dante realizzato da Marco Martinelli ed Ermanna Montanari attraverso una sacra rappresentazione creata su misura per la città dove Dante ha trascorso i suoi ultimi anni ed è stato sepolto. Anche nei chiostri francescani, come ogni anno, saranno proposti vari spettacoli a tema dantesco.

Scopri il programma completo del festival su www.ravennafestival.org
Biglietteria | tickets@ravennafestival.org | 0544 249244

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

quattordici − 14 =